Laboratori didattici a tema: scopriamo la carta!

Sabato 5 marzo ha inizio il nuovo ciclo di laboratori al Bosco Magico di Eurekakids a Pisa: ti racconto di cosa si tratta e perché è una buona idea venirne a provare almeno uno.

Il Bosco Magico durante uno dei laboratori passati

Il Bosco Magico durante uno dei laboratori passati

Questo è il terzo anno che ho il piacere e l’opportunità di organizzare un breve ciclo di laboratori didattici per bambini insieme agli amici di Eurekakids e per me è un po’ come tornare a casa, perché al Bosco Magico ho iniziato a proporre questa tipologia di incontri (qui trovi il mio racconto a questo proposito tra i primi post di questo blog!).

Facciamo così, ti elenco 5 buoni motivi per partecipare ad almeno uno dei laboratori (ma se parteciperai ad uno, poi non vorrai perderti tutti gli altri!):

1. sono di sabato pomeriggio e il sabato pomeriggio non ci sono allenamenti, lezioni di danza, palestra, scuola di musica ecc. che te lo impediscano. Anzi, spesso cerchi opportunità per far fare qualcosa di diverso al tuo bimbo e questa è l’occasione perfetta, non è facile trovare nei paraggi laboratori creativi di questo genere (non è una presunzione e questo non è un giudizio, effettivamente conosci laboratori simili in zona? se sì, me li segnaleresti?);

Un classico della Piccola Gerbera: le tessiture di carta

Un classico della Piccola Gerbera: le tessiture di carta

2. durano un’ora (talvolta qualche minuto in più), il tempo ideale per lasciare che il tuo bimbo prenda confidenza con l’ambiente, gli altri bambini e chi conduce, lasciandosi coinvolgere con delicatezza e rispetto, per sperimentare la propria manualità e nuove soluzioni espressive;

3. c’è un filo conduttore che collega ogni incontro, la carta, e sarà semplice per il tuo bambino coglierlo di volta in volta, senza tuttavia annoiarsi, perché ogni laboratorio è diverso dall’altro e il tema è declinato creativamente: lo aiutiamo così a familiarizzare con naturalezza con un materiale e un argomento suggerendogli diverse modalità di approccio;

4. in ogni laboratorio tutti i bambini creano qualcosa di unico: nessun pulcino replicato come una fotocopia da ogni partecipante, ma realizzazioni personali che aiutino ad esprimere la propria originalità o semplicemente a dare sfogo alle proprie sperimentazioni senza vincoli insensati (ma con indicazioni adeguate);

Ognuno assembla il proprio unico libro illeggibile

Ognuno assembla il proprio unico libro illeggibile

5. il limite minimo d’età per partecipare è 4 anni, ma i laboratori sono adatti anche a bimbi più grandi, perché ogni età trasformerà in maniera diversa la materia prima che avrà a disposizione e diverso sarà il grado di interpretazione personale.

Tu puoi scegliere se accompagnare il tuo bimbo e goderti una passeggiata in centro oppure restare con noi per sperimentare di persona quel che accade.
Di più non vorrei svelarti, perché il tema della carta ha davvero una possibilità infinita di variazioni e quelle che ti proporrò sono piuttosto limitate, ma saranno un bel punto di partenza per suggerire ai tuoi piccoli alcuni spunti e opportunità. E tu saprai meglio di me quanto sappiano essere ricettivi e propositivi i bambini!

Se ti ho incuriosito almeno un po’, puoi consultare qui la locandina degli incontri (attento, sono ogni 15 giorni!) e qui puoi leggere meglio il dettaglio del programma e le modalità di prenotazione.
Noi ti aspettiamo a partire da sabato 5 marzo alle ore 17.00, ma non scordare di prenotare, per me è indispensabile sapere quanti bambini ci saranno per garantire la riuscita del laboratorio.
A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.